Stampa

Statuto

Scritto da Super User. Postato in statuto

DAL "SEVEN COUNTRIES STUDY" NICOTERA
VIENE RICONOSCIUTA "CITTA' DELLA
DIETA MEDITERRANEA ITALIANA DI RIFERIMENTO"


CONSORZIO DELLA DIETA MEDITERRANEA costituito da:

-Accademia Internazionale della Dieta Mediterranea Italiana di Riferimento Biologico, con sede legale in Nicotera
-Associazione Rotariana “La Città del Sole”, con sede legale in Rosarno,
-Istituto Statale Scolastico Superiore “R. Piria”, con sede in Rosarno,
-Fondazione Culturale Santa Maria degli Angeli con sede legale in Roma


STATUTO
- Premessa -

In un contesto evolutivo in rapido sviluppo, sotto la spinta della globalizzazione, l’agricoltura tutta assume un ruolo importante, non più nell’accezione economica di "settore primario" produttivo, ma come sistema economico integrato di multifunzionalità ad efficacia plurima in cui i servizi sono parte fondamentale dei processi finalizzati alla produzione ed al reddito. L’agricoltura, con i suoi addetti, non è più solo un settore in grado di produrre derrate alimentari, ma i suoi protagonisti assumono ruoli e compiti che toccano aspetti relativi alla valorizzazione delle produzioni, alla tutela del reddito agricolo, alla protezione dell’ambiente, alla tutela del paesaggio, alla salubrità degli alimenti, alla salvaguardia della tradizione e cultura rurale, della produzione energetica nell’accezione più ampia del termine e del futuro del lavoro e dell’Economia Italiana più in generale. Da qui l'impegno dei consorziati a costruire strategie di integrazione e sinergia, per la valorizzazione dell'esperienza e del patrimonio di relazioni, professionalità, valori, dei consorziati fondatori.
Il consorzio è promosso da Fondazioni, Associazioni, Enti che tendono a valorizzare il diritto dell’Uomo al lavoro, alla Salute, all’accesso ad una sana alimentazione e all’acqua potabile. I consorziati, preso atto delle numerose problematiche derivate dalla mancanza di sufficienti sbocchi sul mercato capaci di valorizzare anche economicamente in ambito internazionale il frutto della produttività del Mezzogiorno dell’Italia, condividono la necessità di dare vita a nuovi e innovativi programmi capaci di suggerire e proporre opportunità lavorative, in particolare per i giovani, perché ad essi, per mezzo delle attività di promo commercializzazione degli Alimenti e dei Prodotti della Dieta Mediterranea, possano essere assicurate e offerte concreti sbocchi nel mondo dell’Artigianato, dell’industria e nelle professioni, anche le più innovative, con particolare attenzione ai Giovani residenti nei luoghi in cui essi rischiano di rimanere isolati a causa della mancanza di tali opportunità.
Il Consorzio si propone di attivare i propri strumenti per la valorizzazione della Dieta Mediterranea che, come dichiara l’UNESCO nell’atto di conferimento del prestigioso riconoscimento di Patrimonio Immateriale dell’Umanità, “è molto più che un semplice alimento”, anche perché costituisce, oramai, il punto fermo di una alimentazione salutistica che interpretando le attuali e future esigenze del genere umano è capace di creare, a favore delle 5 Terre del Sud Italia, un notevole indotto occupazionale e di conoscenza culturale e storica che a sua volta potrà essere reinvestito nelle nuove forme di Turismo interpretate dalle chiavi del Benessere e della Tavola salutistica.
La Dieta Mediterranea, infatti, da una parte convoglia le tradizioni alimentari considerate dagli esperti nutrizionisti le più salutistiche per l’essere umano; dall’altra, rappresenta il futuro alimentare poiché composta da alimenti meno idrovori e dunque ecocompatibile ed ecosostenibile per il futuro dell’umanità che guarda alla green economy e ad un’alimentazione che consumi meno acqua potabile e dolce, in genere, (preziosa alla sopravvivenza del genere umano e animale con l’aumento demografico mondiale), per essere lavorata.
Ponendo al centro delle sue attenzioni e di un preciso piano di promo commercializzazione la Dieta Mediterranea, il Consorzio assume una precisa visione del futuro “verde”, più umana ed etica, e si rende artefice di “umanesimo di ritorno” capace di ristrutturare e ripristinare le tradizioni fondate sul rispetto Uomo/Natura. Il Consorzio è promotrice di quella consapevolezza storica che vuole la Dieta Mediterranea in Italia, così come dice la Scienza, la Storia, l’Antropologia, a partire dalle ricerche compiute da Ancel Keys, un patrimonio culturale delle Cinque Terre del Sud (Calabria, Sicilia, Puglia, Basilicata e Campania). Allo stesso modo i Consorziati sostengono l’esportabilità del Patrimonio Culturale della Dieta Mediterranea delle 5 Terre del Sud nel mondo, com’è ovvio che sia per tutti i modelli culturali. Il riconoscimento del Consorzio avverrà, però, solo se tali modelli utilizzeranno Alimenti e Prodotti che rispetteranno le regole del “Disciplinare della Dieta Mediterranea” edito dallo stesso “Consorzio della Dieta Mediterranea” riconducibile ad un preciso e storicamente già individuato “stile di vita” alimentare comprensivo della cultura, memoria, ricette, proprietà, diversità delle fertili terre, etc. delle 5 Terre del Mezzogiorno d’Italia.
Per i motivi su indicati il Consorziati ritengono che la Dieta Mediterranea rappresenti certamente il futuro nel mondo del lavoro anche per i giovani sempre più qualificati che intravedono nella Terra e nella sua lavorazione un modello di vitalità economico e sociale nel quale riconoscersi e sul quale investire anche grazie al supporto del contributo delle risorse IT – Innovation Tecnology, investita nella direzione dell’apertura di nuovi sbocchi di mercato, al momento esclusivamente utilizzati con successo, anche in relazione del prodotto Made in Italy, dalle multinazionali estere.
I Consorziati, in modo particolare, intendono prodigarsi in tal senso per i Giovani appartenenti alle terre del Mezzogiorno d’Italia che oggi possono trasformare l’antica civiltà contadina nel Brand salutistico indispensabile al futuro alimentare mondiale.
Nel valorizzare la Dieta Mediterranea e il mercato dei suoi prodotti provenienti dalle Aziende Contadine del Mezzogiorno d’Italia, il Consorzio intende svolgere attività di contrasto all’insorgenza di malattie cardiopatiche e dell’obesità che – come affermato da consolidati studi Accademici – sono causati dalle cattive abitudini alimentari acquisite negli ultimi decenni e di gravi danni sia sulla salute dell’essere umano che sul Sistema Sanitario Nazionale.

Con la diffusione della Dieta Mediterranea i Consorziati intendono offrire dunque una sana e valida alternativa alla politica delle Multinazionali alimentari che incentivano il consumo di Cibi Spazzatura, garantendo così al mercato un riequilibrio a favore della Salute dei cittadini e delle Aziende Contadine del Mezzogiorno d’Italia. Più specificatamente s’intende favorire una riappropriazione responsabile di “buone abitudini alimentari” a vantaggio del benessere dei Cittadini - e dell’ Economia, a vantaggio delle Aziende Contadine del Mezzogiorno d’Italia.

Il Consorzio della Dieta Mediterranea intende promuovere forme di mercato digitale avanzato per assicurare ai Cittadini il rapporto diretto con i “Prodotti della Dieta Mediterranea” e in particolar modo ha deciso di promuovere due esempi riusciti che tutelano e diffondono con specifici Brand la produttività del Cibo salutistico della Dieta Mediterranea: la "Master Brand Etica– I Prodotti della Dieta Mediterranea” e il Brand “Metera” di Nicotera,, terra del Sud ove Ancel Keys concluse il Seven Countries Study dal quale emerse lo “stile di vita” salutare che ispirò il termine stesso di Dieta Mediterranea. Nicotera, terra del Sud ove Ancel Key
I due Brand sopracitati hanno già, con comunicazione separata, hanno già notiziato il costituendo Consorzio che devolveranno l’1% del fatturato sviluppato attraverso l’azione di promo commercializzazione del Consorzio, a favore di progetti con fini etici e sociali individuati dal Consiglio Direttivo dello stesso.

Al fine di favorire tale attività il Consorzio intende avvalersi di appositi Marketplace (Piattaforme digitali ove si incontrano la domanda e l’offerta) già resi disponibili dai due Brand di riferimento indicati e di Piattaforme per la Comunicazione Giornalistica di Rete grazie alle quali garantire un’informazione diretta, chiara, trasparente e condivisibile che sia anche di riferimento per i paesi dell’Europa e del Mediterraneo in particolare e per tutte le Nazioni in generale che guardano con interesse ai valori culturali e salutistici della Dieta Mediterranea.

Il Consorzio si propone di favorire specifici percorsi formativi sulle risorse dell’Intelligenza Connettiva e della gestione della Conoscenza al servizio dello sviluppo del mercato di settore.

Ciò determinato dai risultati. La Rete (Internet), infatti, ha dimostrato di essere stata l’unica risorsa che non solo non ha subito danni dalla crisi internazionale ma, anzi, in controtendenza, ha sviluppato importanti flussi di Nuove economie. Il Consorzio della Dieta Mediterranea vede nel mercato della Rete la possibilità di un mercato veloce, innovativo e facilmente tracciabile.
Il Consorzio svilupperà programmi per garantire un rapporto etico tra produttori e consumatori anche nell’ambito della sicurezza alimentare relativa ai Prodotti della Dieta Mediterranea con la produzione di un apposito Disciplinare.

Scarica lo Statuto della Dieta Mediterranea di Nicotera