Stampa

Flaminio Fidanza

Scritto da Super User. Postato in Flaminio Fidanza

SI E’ SPENTO IL PROF. FLAMINIO FIDANZA, Cittadino Onorario di Nicotera: nel 1957 aveva fatto parte dell’equipe di Ancel Keys

All’età di 93 anni, s’è spento a Perugia, doveva viveva assieme alla moglie Adalberta Alberti, il prof. Flaminio Fidanza,  massimo esperto mondiale della dieta mediterranea. La morte l’ha sorpreso  quando ancora  era nel pieno delle sue facoltà, conduceva ricerche e progettava viaggi  per portare avanti la testimonianza degli studi fatti e dei risultati ottenuti in tanti decenni di attività. Pensava, soprattutto, di tornare ancora una volta a Nicotera dove conta  da decenni  tanti amici e dove due anni fa, nel corso di un convegno internazionale, era stato insignito della cittadinanza onoraria. Fidanza, aveva fatto parte dal 1957 in poi dell’equipe di studiosi, guidata da Ancel Keys, che sul territorio comunale aveva avviato il cosiddetto studio dei sette Paesi la "SEVEN COUNTRIES  STUDY". Anzi era stato soprattutto lui, negli anni successivi, a curare il monitoraggio della situazione e la raccolta dei dati. Di quell’esperienza pluridecennale ricordava ancora tutto. Ricordava parecchi nomi delle persone che che aveva visitato negli anni Sessanta, l’ubicazione delle loro case, i loro problemi, la loro ospitalità.   Ed è  stato ancora lui, nel 2003, nel corso di un convegno tenutosi a Roma e presieduto dal nutrizionista Antonino De Lorenzo oggi considerato il suo erede,  a inventare, per difendere la dieta mediterranea, il tempio greco-romano che sostituiva la piramide egizia nella disposizione degli alimenti.  Ad esprimere il cordoglio della comunità nicoterese ci hanno subito pensato il prof. Pasquale Barbalace, responsabile dell’Odimir che ha voluto ricordare, con un telegramma alla famiglia,  <la personalità eminente di livello nazionale e internazionale nel campo delle Scienze della nutrizione umana>. Altri messaggi di cordoglio sono stati inviati dai componenti della commissione straordinaria,  dalla giunta provinciale, da Antonio Montuoro, responsabile  dell’Accademia Internazionale della Dieta Mediterranea di Riferimento Biologico, nonché da comitati e associazioni presenti in città.


100 ANNI DI RICERCHE SCIENTIFICHE DI FISIOLOGIA, BIOCHIMICA, ALIMENTAZIONE, VITAMINOLOGIA, MEDICINA E CHIRURGIA ESEGUITE NELLE UNIVERSITÀ ITALIANE E STRANIERE DAI DOTTORI E PROFESSORI FIDANZA FRANCESCO I FIDANZA FLAMINIO FIDANZA ALBERTO FIDANZA FRANCESCO II

 


Flaminio Fidanza membro "Seven country studies"  

Proceeding of the Nutrition Society (1991) 50,519-526
The Mediterranean Italian diet: keys to contemporary thinking
BY FLAMINIO FIDANZA


Public Health Nutrition: 7(7), 937–941
Mediterranean Adequacy Index of Italian diets
Adalberta Alberti-Fidanza* and Flaminio Fidanza
Nutrition Section, Department of Internal Medicine, University of Perugia, Via S. Vetturino 4/B, I-06126 Italy

 


 “Mangiare, come a Nicotera si campa cento anni“ 
Parla Flaminio Fidanza: in quel paese calabrese seguivano un regime ideale di alimentazione


-Accademia della Dieta Mediterranea Italiana di Riferimento-
Città di Nicotera

Comunicato stampa
Nicotera, 17.11.2010

Dichiarazione del Prof Flaminio Fidanza coordinatore dell’indagine pilota del Seven Country Study svolta a Nicotera (VV) Città della Dieta Mediterranea Italiana di riferimento.

Con grande soddisfazione ho appreso che la Dieta Mediterranea è stata inserita nell’elenco dei patrimoni immateriali dell’umanità tutelati dall’UNESCO.
Il Prof.Ancel Keys dell’Università del Minnesota ideatore del SEVEN COUNTRIES STUDY e i collaboratori responsabili delle coorti europee dello stesso studio hanno per primi individuato i benefici effetti della DIETA MEDITERRANEA per la salute umana.
L’indagine pilota del SEVEN COUNTRIES STUDY, coordinata per la sezione italiana dal Prof.Flaminio Fidanza e svolta nel 1957 a Nicotera, ha dimostrato prevalenze di infarto del miocardio, diabete, ipertensione, sovrappeso ed obesità estremamente basse. La dieta della popolazione di Nicotera esaminata nell’ambito di tale studio epidemiologico è stata quindi da noi definita come DIETA MEDITERRANEA ITALIANA DI RIFERIMENTO.
Come abbiamo già riportato in vari Convegni sull’argomento, il Seven Countries Study (Studio dei Sette Paesi) rappresenta uno dei più importanti studi ecologici, poiché è stato il primo a dimostrare una significativa relazione tra abitudini alimentari di popolazioni molto differenti tra loro e la rispettiva incidenza e/o mortalità per cardiopatia coronarica. Da questo studio è emerso inoltre che la Dieta Mediterranea assume un indiscutibile ruolo preventivo non solo per la cardiopatia coronarica, ma anche per molte altre malattie cronico-degenerative.
Siamo di conseguenza orgogliosi di aver contribuito con questi studi al beneficio per la salute umana.
Prof. Flaminio Fidanza

Presidente Onorario del Comitato d’Onore dell’Accademia della Dieta Mediterranea Italiana di riferimento- Città di Nicotera.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Direttore Generale: Dott Antonio Leonardo Montuoro tel 335 6796720


Oggetto: Dieta Mediterranea Italiana di Riferimento- Città di Nicotera. Dichiarazione dell’Unesco della Dieta Mediterranea come Patrimonio Immateriale dell’Umanità.