Associazione Culturale
Via Marconi, 61 – 88018 Villa San Giovanni

La S.V è invitata a partecipare all’incontro
che si terrà domenica 12 marzo 2017
ore 17.30 presso la sede sociale sul tema:

Dieta Mediterranea, corretta alimentazione, salute, 
attività fisica, enogastronomia, tradizioni culturali.

Relazionerà il dott. Antonio Leonardo Montuoro
Presidente “Accademia Internazionale Dieta Mediterranea di Nicotera”

Segue dibattito

Il Presidente
Natale Salzone

ACCADEMIA INTERNAZIONALE
DIETA MEDITERRANEA ITALIANA DI RIFERIMENTO
- CITTA’ DI NICOTERA -

 UNESCO: Dieta Mediterranea: Patrimonio Immateriale dell’Umanità

 

FESTIVAL PER L'ECONOMIA
Giovedì 14 aprile 2016
Ore 11.00 - 501 Hotel

 

La dieta mediterranea, una concreta opportunità di sviluppo per il settore agroalimentare italiano.


 


COMUNICATO STAMPA

APPELLO ALLA CITTADINANZA E ALLE ASSOCIAZIONI DEL MONDO CIVILE

Apprendiamo con profondo sgomento del maldestro tentativo di soffocare nella “culla” la neonata legge regionale 45/2013 che istituisce la sede in house, della Dieta Mediterranea a Nicotera, la cui data di inaugurazione doveva essere il primo gennaio 2015 ma che, purtroppo, l’attuale Giunta Regionale, non ha inteso onorare perché prevedibilmente, già studiava la proposta di legge 54 del 30.6.2015 degli “illuminati” consiglieri regionali cosentini, Orlandino Greco e Franco Sergio, recante il titolo :” Valorizzazione Dieta Mediterranea Italiana di Riferimento”......

 


Proposta di legge 54-2015

Valorizzazione Dieta Mediterranea Italiana di Riferimento
La Regione Calabria con la presente legge:

promuove....



Mediterranean Food & Music: un evento da non perdere, un’occasione per gustare i sapori locali, per ammirare l’artigianato d’eccellenza e ascoltare la musica che parla delle nostre radici. Un’occasione unica per abitanti del luogo e turisti per trascorrere una serata particolare dedicata alla promozione a 360 gradi territorio in un ottica di promozione del Comprensorio che va da Nicotera a Tropea e Parghelia. Tutto questo e tanto altro è racchiuso nella manifestazione “Mediterranean Food & Music”, organizzata dalla Pro Loco di Joppolo, presieduta da Sabrina Macchione. 


 

POLO AGROALIMENTARE E DELLA DIETA MEDITERRANEA 

Il "Polo Agroalimentare e della Dieta Mediterranea" diventa realtà. L'Accademia Internazionale della Dieta Mediterranea Italiana di Nicotera, ha raggiunto un'altro importante obiettivo. Insieme all'istituto Superiore "R. Piria" di Rosarno e circa 40 altre istituzioni ed attività imprenditoriali, ha avviato il Progetto POR Calabria. Chi ne ha le caratteristiche può partecipare ai corsi di formazione continua. A Nicotera, se le Istituzioni, metteranno a disposizione i locali e la logistica, svolgeremo il 6° modulo sulla Dieta Mediterranea, altrimenti il tutto sarà all'Istituto Piria. Per informazioni a giorni tutto su www.dietamediterraneanicotera.it e su www.istitutopiriarosarno.gov.it , già consultabile. Fatti concreti e non parole. La Dieta Mediterranea è uno stile di vita.

 


 INVECCHIAMENTO CEREBRALE E DEMENZA
Corso formazione

Dieta Mediterranea. Uno stile di Vita
Venerdì 13/02/2015

 


Rappresentazione teatrale

Venerdì 9 Gennaio 2015 alle ore 18.30 presso l’Auditorium Comunale di Polistena (RC)
COMPAGNIA DRACMA
Testo originale Marco Zoppello Regia Renzo Pagliaroto con Tino Calabrò, Daniela D'Agostino, Lorenzo Praticò 

 


Convegno sul tema 

DIETA MEDITERRANEA EXPO 2015
in ricordo del Prof. Alfonso Del Vecchio
Sabato 18 Ottobre 2014
ore 16 - Palazzo Convento
Cittadini, Forze Politiche, Associazioni sono invitati a partecipare 

DIETA MEDITERRANEA EXPO 2015


 

FESTA DELLA ZUCCA 
CONVEGNO

"Aspetti nutritivi, storico antropologici, cosmetici e farmacologici della zucca"16 ottobre 2014 
Auditorium della Chiesa Santa Maria degli Angeli via Sant'Agata - PAOLA

FESTA DELLA ZUCCA

 


NICOTERA:

CITTA' CAPITALE  D'ITALIA DELLA DIETA MEDITERRANEA

- SITO UFFICIALE - 


4ª edizione Sagra Regionale Dieta Mediterranea Cultura dell'Emigrante
17 agosto 2014 

 


 

1° Raduno Gastronomico Interregionale
15-16-17 marzo 2014
Convegno “Il Cibo Giusto nella Dieta mediterranea”
Baia degli Dei - Le Castella - Isola di Capo Rizzuto (KR)

 


 

 



Regione  Calabria

    Comune Nicotera

 
 ProvinciaVibo Valentia
 

 La Dieta Mediterranea è biologica ed è contro tutte le mafie che inquinano i terreni.

 Copit:   

Comitato Parlamentare per la Innovazione Tecnologica e lo Sviluppo Sostenibile

 PARLAMENTO ITALIANO - CAMERA E SENATO 

Scarica la brochure in lingua Italiana


 

Download the brochure in English

 

 

 



 Tempio della Dieta Mediterranea Salutare  (Flaminio Fidenza © 2002)

Tempio della Dieta Mediterranea Salutare  (Flaminio Fidenza © 2002)


PIRAMIDE DELLA DIETA MEDITERRANEA MODERNA

PIRAMIDE DELLA DIETA MEDITERRANEA MODERNA



Ancel Keys - autore della Dieta Mediterranea Italiana di Riferimento di Nicotera


Ancel Keys, biologo dell'Università del Minnesota e scopritore della "dieta mediterranea" si era dedicato agli studi sulle condizioni minime di sopravvivenza dell'uomo e sui biochimismi cellulari del corpo umano in situazioni di digiuno prolungato. Da questi suoi studi era nata la "razione K" di sopravvivenza dei soldati americani nell'ultima guerra mondiale. Le sue ricerche erano poi proseguite ad indagare le cause delle malattie metaboliche, come l'infarto, l'ictus, il diabete. Giunto a Roma per un congresso a metà degli anni cinquanta apprese da colleghi universitari del meridione italiano che in Campania, Basilicata e Calabria c'erano paesi che non conoscevano l'infarto e l'ictus.

A Nicotera, in Calabria, creò una base operativa sottoponendo gruppi di uomini e donne alle sue analisi e a rilievi secondo regimi dietetici diversi. Analoghe ricerche fece in Grecia, Jugoslavia, Finlandia, Olanda, Usa e Giappone. Da questo enorme studio, durato quindici anni, uscì nei primi anni settanta il "Seven Countries Study", la ricerca sui sette paesi che svelerà in maniera scientifica il rapporto tra alimentazione e malattie metaboliche. Si constatò che il mutamento dei fattori determinanti le patologie di colesterolemia, ipertensione e glicemia, avveniva al variare delle diete. Dopo sei mesi di dieta mediterranea a base di cereali, legumi e verdure, olio d'oliva, frutta secca, il campione di popolazione finlandese mostrava vistosi abbassamenti dei valori di colesterolemia, pressione arteriosa e glicemia. Al contrario, il gruppo di Nicotera, dopo sei mesi di dieta nordica a base di carni, formaggio e burro, alimenti dolci, vedeva salire gli stessi valori. I gruppi di popolazione furono seguiti per anni, anche dopo la pubblicazione degli studi, e vennero monitorati tutti i parametri, comprese le cause di morte.

Ancel Keys e sua moglie Margaret, per molti anni, sono stati promotori efficaci di un modello salutare ed attraente di consumo. Nei loro vari libri popolari, compreso "Mangiar bene per stare bene, la via mediterranea al benessere" e "Il benevolo fagiolo" sono stati i primi nel mondo anglofono a descrivere il valore della dieta e del lifestyle mediterraneo, basato sulla loro ricerca scientifica unita all'arte culinaria. Nel 2004 è stato insignito dal Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi della Medaglia al Merito d'argento per la salute pubblica, per i suoi studi e per la divulgazione sugli effetti positivi della dieta mediterranea nell'alimentazione dell'uomo. È morto a Minneapolis il 20 novembre 2004 alla veneranda età di 100 anni.

Mangiare come a Nicotera si campa cento anni

Chi mangia mediterraneo sta meglio, assicurano gli esperti italiani: meno cardiopatie, minore incidenza di tumori, migliore forma fisica. Eppure il modello è in crisi, persino da noi: industrializzazione e consumismo hanno stravolto le abitudini a tavola. Ma non a casa di Flaminio Fidanza, professore all'Università di Perugina, studioso di alimentazione dal '52: 82 anni, da sempre è uno sponsor della dieta mediterranea. Il risultato è una salute di ferro. Menù: a colazione 125 ml di latte, muesli, mezzo pompelmo, mezzo chilo di frutta; alle 11 un vasetto di prodotto probiotico a base di latte fermentato; a pranzo verdura, qualche volta pasta, pesce sempre, carne di tanto in tanto, insalata, pane, un bicchiere di vino; a metà pomeriggio un altro mezzo chilo di frutta; a cena fiocchi di latte a basso contenuto lipidico, minestrone o passato di verdura, ancora insalata; prima di andare a letto ancora frutta. Così si dimagrisce? "Così si resta sani, dice Fidanza. La forma fisica è questione di moderazione e movimento. Io faccio cinquanta minuti di attività fisica al giorno: 20 al mattino, 30 la sera. Negli anni sessanta nel Meridione, alimentazione in puro stile mediterraneo, obesità e ipertensione erano inesistenti: abbiamo trovato un solo infarto su 600 individui esaminati. E' tutto è scritto nero su bianco nei nostri studi. Inattaccabile. Il resto sono polemiche di nutrizionisti improvvisati". Che cos'è la dieta mediterranea? "E' una dieta moderata -continua Fidanza- in cui alcuni alimenti caratteristici dell'area mediterranea occupano un posto preminente, in modo da soddisfare tutte le richieste dell'organismo, prevenire le inadeguatezze nutrizionali ( sia per eccesso sia per difetto) e fornire i composti alimentari bioprotettivi. Come schema giornaliero di riferimento si può prendere quello degli abitanti di Nicotera, in Calabria, appunto negli anni 60: 465 grammi di cereali, 43 grammi di legumi, 46 grammi di pesce, 309 grammi di ortaggi, 42 grammi di olio vergine d'oliva, 104 grammi di frutta, 294 millilitri di vino (un quartino al giorno), 12 grammi di formaggio, 47 grammi di carne (la carne dunque c'è : ne va mangiata poca ma non eliminata), 21 grammi di uova. Per le donne quantità leggermente inferiori". Serve? "Il ruolo preventivo è stato messo in evidenza nello studio epidemiologico internazionale sulla cardiopatia coronaria; il Seven Countries Study, che abbiamo avviato nel '57 è durato quarant'anni: tasso di mortalità per cardiopatia coronarica dimezzato rispetto a chi ha una dieta a base di carne, uova, formaggio, sostanze grasse di origine animale, birra e super alcolici.".